Come vi ho raccontato nel recente post, ho perso l’unico gruppo di persone con cui parlavo tutto il giorno. Praticamente non esco di casa dal 31 dicembre scorso, neanche per fare la spesa (oramai compro tutto online), l’idea di dovermi vestire e camminare per andare da qualche parte… o anche solo uscire prendendo i mezzi… mi terrorizza. Praticamente oltre ad essere imprigionata nel mio corpo basso e grasso, oramai sono prigioniera anche della mia casa. No, non è vero, sono vittima solo della mia mente, è lei la mia carceriera. Così ingrasso e ingrasso e ingrasso ancora, trovando ogni appiglio che mi tenga bloccata in questa situazione. 

Come dicevo, frequentavo tutto il giorno un server di ts, per chiacchierare, o anche solo ascoltare, quel gruppo di persone che credevo amiche. Ora dopo la vicenda, non metterò mai più piede in quel luogo. Per questo ho creato un server su Discord, per poi rendermi conto che non ho più amici, parenti o semplici conoscenti da invitare, per passare delle ore senza pensare, o anche solo per trovare reciproca compagnia.

Ieri ho chiuso i ponti anche col mio ex. Da quando è successo tutto, ho smesso di bere e mangiare, semplicemente non ne ho voglia. Indovinate un po’? Il mio ex non crede che sia vero. Già due anni fa avevo totalmente digiunato per quasi un mese ed anche allora lui non credette, perché al telefono mi sentiva normale. Secondo lui, se digiuno come dico, per una settimana, sarei morta (non ricorda forse i digiuni prolungati di Pannella? non mi sembra che sia morto di fame e di sete). A quel punto sono sbottata, l’ho invitato a sparire dalla mia vita, perché se è quello il suo pensiero, è una cosa grave quella che io stia facendo… si chiama procurato allarme, quindi sono una persona talmente orribile con cui lui non dovrebbe avere a che fare. 

Lui ovviamente ha rifiutato la cosa, dicendo che purtroppo mi ama ed io potrei fare tutte le cose orribili di questo mondo e lui non sparirebbe mai. Beh, comodo dire che non sparirebbe, abita dall’altra parte della piazza dove vivo ed ogni sera, negli ultimi 5 anni dovevamo parlare tramite un telefono. Gli ho urlato che il suo non è amore, ma solo opportunismo, che a lui piace giocare con la mia vita, perché se mi avesse amato, mi avrebbe costretta ad uscire di casa, invece di vedersi una volta ogni 15 giorni, per 3 ore al massimo ed esclusivamente nella mia camera da letto. Gli ho detto che se davvero mi avesse amato, avrebbe fatto di tutto per lottare e salvarmi da me stessa, invece di pontificare dall’altra parte della piazza, al calduccio in casa di mammina. Ho chiuso la conversazione con un addio. Credete che lui si stia strappando i capelli? Neanche per sogno, per uscire con me, dice che i suoi genitori non gli danno più l’auto, da quando vogliono impedire la nostra storia, ma stamattina aveva l’auto del patrigno a disposizione, per correre a Roma ad andare a fare una partita di calcetto. 

Direte: “Quale buona occasione per farti uscire dalla tua prigionia anche solo un paio d’ore?” Assolutamente no, queste partite le fa spesso e non sono mai stata invitata, anzi, non mi ci ha mai messa al corrente, malgrado si veda con persone che conosco benissimo. 

E poi sempre ieri sera ho chiuso con l’unica persona che avevo tenuto accanto a me, di quel gruppo di Grepolis e Ts. La mia cara Bettina, che si rifiuta di farsi vedere in foto, ma vuol vedere quelle di tutti gli altri. Colei che mi era tanto amica da non dirmi, che dopo avermi trattato in quella maniera, per una foto passata ad un altro gruppo, ecco che misteriosamente non mi dice che due sere dopo è stata pubblicata una mia foto e derisa alle mie spalle per il mio aspetto da gravemente obesa. Peccato che a differenza del tizio di cui ho passato foto, io non abbia mai pubblicato una mia, proprio perché so, che se lo facessi, autorizzerei chiunque a diffonderle. Si tratta quindi di un furto. Alla mia richiesta di avere suddetta foto, ecco che magicamente la mia “amica”, oltre che al silenzio, aveva anche cancellato la prova e, con tono offeso, mi invitava a rivolgermi alla mia spia per averla.

Quindi ora non ho più nessuno con cui parlare, né in internet, né al telefono, segregata in casa, in un circolo vizioso pericoloso. Sommersa dal silenzio, come in quel server che ho creato. 

P.s. Quel Moonlight che vedete nella stanza ma offline è il mio ex, che feci entrare per provare se avessi settato tutto giusto e il server funzionasse, non ha mai più loggato da allora.

P.p.s. Ho lasciato i due lavoretti da articolista, mi pagavano 20-25 euro al mese, mentre i proprietari dei siti, grazie agli introiti pubblicitari incassavano 1.500 euro al mese a sito. Mi è stato negato un aumento che mi permettesse almeno di pagarmi la bolletta della fibra che utilizzavo per lavorare, nonostante dovessi passare almeno 12 ore attaccata ad un pc per spammare in giro i miei articoli. Dovevo produrre minimo 3-4 articoli ogni giorno ed uno dei proprietari di uno di questi siti, mi ha anche accusato di fare articoli troppo simili alle fonti che citavo. Ma se la notizia è quella, anche cambiando le parole, quello resta.

P.p.p.s. Oramai l’unica cosa che mi tiene ancora in vita, è la peranza che la Fazi Editore decida di investire nei miei progetti, di modo da avere introiti sufficienti, per potermi permettere di trasferirmi altrove ed iniziare una ennesima mia vita, dopo che ne ho vissute già diverse e tutte fallimentari.

 

discord

Annunci