Alzi la mano chi in questi giorni è tornato a vivere a Stars Hollow.

1… 2… 10… 20… ammazza quanti siete.

Allora ditemi…vi è piaciuto? A me ni.

Ho trascorso l’intera notte a casa Gilmore. Ho iniziato mentre cenavo e quando sono arrivate le fatidiche 4 parole, il sole illuminava l’intero salone. Ovviamente ho fatto delle pause in cui mi sono persa nel fantamondo cibernetico. Sapevo che l’avrei visto tuttto d’un fiato e volevo allungare il momento dell’addio.

Beh, anche chi ha la mia età, passeggiava per quelle stesse strade già nell’infanzia… Anzi, più che passeggiare, direi scorrazzare. Beh, in fondo eravamo tutti su quella Dodge Charger rossa con lo 01 sugli sportelli, no? Visto che il set della piazza di Hazzard è stato riciclato per le Gilmore Girls.

Allora, prendiamo subito posizione e non se ne parli più.

orry-gif-pagespeed-ce-m0_kwohi6_

Eh no signori miei, mi spiace deludervi, malgrado le gif, io faccio e farò sempre parte del Team Jess. A mio parere è l’unico che l’abbia amata e che la ami ancora veramente. Dean era ancora troppo bambino e poi quanti di noi sposa il primo amore? E vogliamo parlare di Logan? Uno abituato ad avere tutto dalla vita tanto da non farsi mancare neanche la concubina? O geisha, come si autodefinisce Rory.

Ok, togliamo il cerotto in un unico strappo, dicono che faccia meno male. Odio il 90% delle caratteristiche delle Gilmore Girls… o meglio odio i loro caratteri. Ma siamo proprio a livello di ulcera da nervoso. Non fraintendetemi, io la serie l’ho guardata tutta d’un fiato due anni fa, in un’enorme maratona consigliatami dal mio ex (il quale mi fece vedere tutto d’un fiato anche tutte le stagioni di NCIS).

Detesto Rory, si, lo ammetto. Motivo? È una bambina viziata che pretende che tutti le obbediscano a bacchetta e guai a dirle di no, o entra in profonda crisi e fregandosene del divieto, fa comunque come gli pare, finché gli altri non cedono pur di non vederla col broncio. Dite che non è così? Scusate, ma Lorelai era stata categorica o no? Non doveva scrivere la storia della sua vita. Nella maniera più assoluta doveva buttare il progetto e parlare solo della stessa Rory, se proprio voleva scrivere un libro.

Lei che fa? Mette il muso, fa la pazza co Lane e Logan, si fa prestare la casa dalla nonna e va a scrivere comunque alcuni capitoli del libro. E vogliamo parlare della quinta stagione? Mitchum Huntzberger dice che Rory non ha la stoffa della giornalista. Anatema, le hanno detto un no, come si sono permessi. Lei che fa? Ruba uno yatch con Logan e molla l’università. La madre si arrabbia per quanto commesso?Ari-anatema, come si permette di andarle contro… e se ne va a vivere dai nonni, che non le rifiutano mai nulla.

Una sciacquetta viziata, ecco cos’è… o come la definisce la madre nell’episodio Primavera… una sgualdrina. Si, perché alla signorina se non sono sposati o in dirittura di arrivo all’altare, non piacciono. Andò a letto con Dean e aprì una profonda crisi tra il ragazzo e la moglie. E vogliamo parlare del fatto che metta le tende a casa di Logan a Londra, ogni volta che la futura moglie è in viaggio? Addirittura si fa mettere incinta da lui, pur di continuare a tenerlo legato in qualche modo. (pensate che se mai ci fosse un nuovo ciclo di puntate, questa non si intrometta nel matrimonio di Logan? Illuse)

No, non mi piace proprio come personaggio, preso singolarmente. Poi per carità adoro i dialoghi surreali con Lorelai, ma solo quell’aspetto di tutta la serie. Si, perché Lorelai dove la mettiamo?

Scappa incinta e decide di crescere la bambina da sola. Questo le fa molto onore e la rispetto. Dimostra forza e carattere. Ma per il resto? Il vuoto cosmico. Non sa fare la madre, spesso è lei la bambina da accudire o rimproverare (compito di cui si incarica la viziata Rory, quindi potete capire quanto possa essere di effetto per la donna). In fin dei conti Lorelai è rimasta la sedicenne che approda a Stars Hollow e da allora non è mai cresciuta. Già solo il fatto di essere una amica e non una madre per la figlia, non va bene. Abbiamo già visto come è diventata sua figlia, a causa del suo pessimo lavoro di genitore. Per carità, si indebita con la odiata madre, per mandare la figlia ad una scuola privata (altro capriccio di Rory), ma quale madre non farebbe un sacrificio per la propria prole?

Poi per il resto, si comporta da Lane, non da madre. Più che un genitore è una coinquilina di Rory. fanno sempre quello che piace a loro, non impartisce lezioni alla figlia, mai una punizione se sbaglia, mai una volta che la faccia mangiare sano (infatti per quante porcherie mangiano, non si capisce la magrezza da vegana di Rory). Persino con Luke si comporta da sedicenne. Lo prende e lo allontana come le pare e piace e lo rigira ogni volta, finché il nostro povero omone non cede per sfinimento.

Una madre deve fare la madre, non l’amica a mio parere. Non fraintendetemi, non parlo di quelle mamme severe e distanti dal mondo dei propri figli. Ma una come la mia. Io avevo uno splendido rapporto con mia madre da bambina, le raccontavo tutto. Ma non erano certo tutte rose e fiori. Dai siamo seri, una madre ha il dovere di insegnarti cosa e bene e male e di farti capire che ad ogni azione, corrisponde una reazione. Tra parentesi, ho ancora un buon rapporto con mia madre, nonostante viviamo a 600 km di distanza, ma non ci sentiamo 2573 volte al giorno.

Insomma, a parte i dialoghi tra i personaggi, che spesso sono esilaranti e dimostrano quanto siano bravi gli sceneggiatori, ma soprattutto gli attori. Salverei poco altro. O meglio, avrei gradito che in questi anni, le due protagoniste fossero realmente maturate, invece sono rimaste due sedicenni a cui deve sempre essere concesso tutto o entrano in crisi (vedi la fuga di Lorelai da Luke).

P.s. a questo punto posso dirvelo. Quando finii la mia maratona Gilmore, anni fa, non avevo fatto caso all’abbandono della Palladino e che il finale sarebbe dovuto essere diverso. Quando lessi in rete delle famose “quattro parole”, ero pronta a scommettere che sarebbero state:”I’m pregnant, mommy“. Avevo indovinato. Beh, in fondo era il finale perfetto, no? La storia che si ripeteva. Rory che come Lorelai cresceva una figlia da madre single. C’è già chi urla per un nuovo seguito, ma io non sono d’accordo. Non credo che si possa aggiungere altro a quella frase. Sta a noi, alla nostra immaginazione, pensare a come proseguiranno le vite a Stars Hollow e dintorni. Volete sapere cosa è successo nella mia fantasia, dopo il The End? Emily non vende più la casa, perché le sembrerebbe di vendere suo marito. Lorelai, dopo la porta in faccia da parte di Logan, scopre che Jess è ancora innamorato, che non ha mai smesso di farlo e che si dichiara pronto a crescere quel figlio come fosse il suo. Entrambi vivono nella magione del nonno, diventando pian piano scrittori affermati in tutto il paese. Lorelai e Luke scoprono di aspettare un figlio, senza dover ricorrere alla clinica di Paris (lo so, le probabilità sono quasi nulle nella realtà, ma in fondo è una serie, non un reality. Ed infine, mi stacco definitivamente da loro con una ultima scena che a me piace molto… sala da pranzo della casa di Richard Gilmore, sul camino un quadro che lo raffigura… è un venerdì sera ed a tavola, a mangiare ridere e scherzare, vediamo: Rory, Jess, la loro piccola, Emily, Lorelai, Luke ed il loro piccolo, con Kirk che congela sotto la neve mentre tenta disperatamente di farsi sentire dai commensali, per poter entrare in casa.

 

Annunci