Ne parlavo in un commento e credo che sarebbe giusto affrontare l’argomento.

Io sono il faro per gli uomini sbagliati e non li cerco, arrivano. Perché i fidanzati sono così.Sono delle primedonne in attesa delle luci della ribalta. E loro lo fanno apposta a non arrivare. Aspettano il momento giusto. Perché sarebbe troppo facile arrivare nell’esatto momento in cui noi li desideriamo.

Eh no, ce ne stuferemmo presto come ogni regalo di Natale. No, loro attendono il momento perfetto per comparire. Quale? Quando non li cerchiamo più. Quando siamo diventate consapevoli che essere single non è una menomazione, ma una benedizione. Ed eccoli lì, che ci appaiono splendidi e lucenti come il sole.

Perché si comportano così? Ego. L’uomo deve sempre dimostrare a sé stesso ed al mondo di esser “il salvatore”. Pensa quanto si abbasserebbe il loro livello di testosterone, se tutte noi donne li usassimo solo come puro piacere sessuale. Cosa li distinguerebbe da un vibratore, in fondo?

No, loro devono far crollare ogni nostra certezza, ogni nostra voglia indipendenza deve esser scaricato nel water, insieme al nostro vero io. Ci accusano di volerli cambiare e una volta che questo accade, li accusiamo di non esser più gli uomini che ci hanno conquistato. Fanno in modo da renderci “dipendenti” da loro.

Non possiamo più fare a meno del loro sguardo su di noi, del loro corpi caldi che sonnecchiano nei nostri letti. Potreste vivere senza qualcuno che vi faccia sentire al sicuro? Beh, tecnicamente si, solo che una volta che abbassiamo le difese e li facciamo entrare nella nostra vita, non ce ne rendiamo più conto.

“Senza di te non vivo”. Quante di noi hanno pronunciato queste parole, almeno una volta nella vita? Io per prima. Ogni fallimento nella mia vita amorosa l’ho vissuto come una catastrofe generale. Come se mi avessero diagnosticato una malattia terminale e debba morire nel giro di poche settimane.

Eppure continuo a cascarci. Ogni volta che trovo un equilibrio nella mia vita da single, ecco che mi lascio truffare da chi è talmente scaltro da dissolvere la mia corazza in una nube di fumo. Il mio record è stato 7 anni senza uomini, di nessun tipo, né amico, né amante, né compagno. Non mi sentivo menomata, ero impegnata a cercare la mia strada, da non rendermene conto. Certo avevo anch’io i miei momenti di debolezza, quelli in cui invidiavo le mie amiche che si accasavano in quella che sembrava la coppia perfetta.

Ma ogni volta in cui mi son ritrovata davanti all’ennesimo fallimento mi son sempre chiesta: “Ma ne valeva la pena? Era il caso di perdere un equilibrio perfetto, per poi ritrovarmi con un mazzo i cipolle in mano?” La risposta è no. Eppure posso scommettere sin da ora che ci ricascherò per tutta la vita.

Annunci