Avete presente quando da bambini aspettavamo la domenica, come se fosse Natale? Andare a pranzo dalla nonna che preparava una miriade di cose buone, il pomeriggio passato a giocare coi cugini e la sera un bagno caldo e poi una bella pizza a casa con già il pigiamone indosso? (vabbè a casa mia non si comprava mai la pizza da asporto, tanto la faceva mia madre, accompagnata con una enorme boule di verdura lessa o una insalatona mista)

Ecco un po’ mi manca tutto questo, soprattutto in questi weekend casalinghi in solitaria. Da oggi ho finalmente la cucina funzionante e nessuno su cui sperimentare i miei piatti, o meglio… ho invitato un amico.

In realtà credo di aver fatto la figura della disperata. Mentre ero al supermercato a fare scorta di qualunque alimento mi capitasse per le mani (ho una cucina talmente grande che se facessi tre spese natalizie di fila, forse risulterebbe piena), ho incontrato un (come definire un neotrentenne? Ragazzo? Uomo?) vabbè ci siamo capiti. In realtà conosco di più il fratello, qualche volta l’ho incontrato coi suoi amici al locale di Paolo, ma quando la disperazione ti prende, inviteresti a cena anche Hannibal Lecter, no?

Così mi sono fatta avanti, l’ho fermato e tra un silenzio imbarazzante e l’altro, l’ho invitato a cena, proponendo di vedere la partita insieme e poi magari un film a sua scelta tra le miriadi che possiedo (mio padre ora che ho casa mia mi ha spedito i 2000 circa film tra dvd e vhs che possiedo, in più alcuni me li sono scaricati su hd esterni, per non parlare del sempre fidato streaming). Con mia sorpresa ha accettato subito. Fa troppo stalker il mio comportamento, vè?Si, l’ho pensato anch’io, ma ormai la frittata era fatta.

In fondo, da quel po’ che ho potuto vedere, Gabriele, è una persona timida su certi versi, ma molto espansiva e simpatica se acquista fiducia nell’altro. Ricordo che rideva spesso con il gruppo con cui uscivano lui e suo fratello.

Perciò eccoci qui, sul divano che guardiamo la partita, io con il pc sul tavolino accanto a me, per scrivervi questo pezzo durante l’intervallo, che guardiamo la partita in semi silenzio. Se non diamo una svolta a sta serata, questo scappa non appena ci sarà il fischio finale. Intanto beccatevi le foto di quello che ho preparato. (gnocchi di zucca e patate ai funghi, Scaloppine al gorgonzola, filetti di persico al cartoccio, broccoli ripassati e una caponatina… ho fatto un po’ di tutto perché non conosco i suoi gusti culinari… devo dire che sarà pure magro come un chiodo, ma mangia per dieci, sta spazzolando tutto)

 

 

Ora, dubito che siate online di sabato sera… ma qualora così fosse… HEEEEEEEEEEEEELP!!!

Suggeritemi film divertenti con cui dare una svolta alla serata, giochi da tavola da poter fare in due (ne ho a bizzeffe, ma non so se potrebbero aiutarmi)… insomma suggeritemi come fare per non far scappar via sto poveraccio… ahahah. Inondatemi di suggerimenti please. Mi sento come fossi Jon Snow a cena da sconosciuti.

Annunci