Oggi sono alquanto depressa, ok lo ammetto, nell’ultimo mese son depressa ogni weekend. Che ci volete fare, crescendo si esce meno… le amiche dedicano più tempo alla creazione di una famiglia, escono solo tra coppie ed anche il MNS diventa un miraggio. 

Non fanno eccezione Angie ed Ale, la prima ok, vive nel mio stesso condominio, ma spesso il weekend lo passa tra cene di coppia o dai loro famigliari. Ale, anche lei pensa alla convivenza, quindi anche lei è alla ricerca di un appartamento dove costruire il loro nido d’amore. Per carità, non le accuso di nulla, ci mancherebbe, ma essendo io single, son fuori da tutto questo mondo. Ho provato ad uscire una sera con loro, ma son tutti bacetti, smancerie, ecc. Alla lunga mi mette a disagio. Invitarle da me? Stan sempre a guardare l’orologio ed a parlare dei loro uomini e di cosa staranno facendo.Che due palle. Ma ve lo immaginate se dovessi proporre loro un weekend alla spa?

Tra l’altro era nei nostri progetti, ma già mi immagino come potrebbe andare a finire:

  1.  Prima ipotesi, imporrebbero la presenza dei loro uomini, nonostante abbiamo sempre parlato di noi tre da sole.
  2.  Se capitolassi ed accettassi la loro ipotesi, mi ritroverei tutto il tempo da sola, loro con i rispettivi compagni ed io a scolarmi bottiglie di prosecco, nella speranza che l’incubo finisca in fretta.
  3.  Se invece mantenessi il punto e vietassi nella maniera più assoluta la presenza di penemuniti, i casi sarebbero due:

a. Troverebbero una scusa per venir meno alla partenza.

b. Se invece riuscissi a smuoverle, sarebbero degli zombie, attaccate sempre ai loro cellulari.

Boh, io son stata fidanzata, ma non ho mai avuto questi comportamenti. E non credo di esser stata meno innamorata rispetto a loro, solo creo un certo equilibrio, non sono al centro dell’universo e tutto il resto del mondo deve adeguarsi a me. Ultimamente se non le cerco io, neanche si fan vive e quando propongo il MNS prima sondano il terreno per capir se sia vietato l’ingresso ai penemuniti, poi cercano di procrastinare il più possibile ed alla fine si organizza, quasi per farmi contenta.

Quindi io passo l’intera settimana chiusa in ufficio, a schivare gli “attentati” di Lory, qualche sera può capitare che vada a fare un aperitivo con qualche collega, ma avviene raramente. Poi il weekend divento una monaca di clausura. Si, ogni tanto vado al cinema, o scendo sotto casa a prendere un dolcino e qualcosa da bere, ma son stufa di uscir da sola. Ed alla fine mi ritrovo ad ingozzarmi di cibo in casa,guardando qualche film o una maratona serial. Ma sono stufa anche di questo… non è nulla di diverso dalle altre sere.Si potrei andar da Elena, ma non mi va di imporre la mia presenza.

Lo so, sono in quella fase del “Se non mi cerchi, smetto di farlo”. Boh, forse la mia è solo invidia. Vedo le vite degli altri progredire e la mia restare ferma al palo. Si ok, nell’ultimo anno ho avuto una mezza relazione e una casa enorme tutta mia. Però mi sento come la Regina cattiva, barricata nel suo castello, che nessuno vuole avvicinare.

Perciò per stasera, niente cena salata. Ho praticamente svaligiato Pompi, quindi ho il frigo nel box pieno di ogni genere di dolce monoporzione: tiramisù (classico, banana e cioccolato,pistacchio e nocciola), profitterol, 7 meraviglie (nocciola e pistacchio), cheesecake, mimosa, 1000 foglie.Si questo weekend ho deciso di andare in coma glicemico.

Appena smetto di scrivere questo post, scendo giù a tirarli fuori dal frigo. Tra 40 minuti circa credo che inizierò il mio personale MNS. Questa sera Independence Day 1 e 2. Avete visto il secondo? vale la pena? Certo senza le battute di Will Smith, non credo avrò le stesse sensazioni del primo, però non posso non vederlo. Anzi, quasi quasi prima della serata, cerco un po’ su internet quali sono i gattili più vicino a me. Se devo morire da sola in questa casa, almeno rispettiamo il vecchio clichè della gattara morta e ritrovata solo grazie alla puzza emanata dal suo cadavere.

Ve l’ho detto che i weekend sono preda da una profonda depressione, no?

Annunci