Lo so, sono una disgraziata, son passata dallo scrivervi ogni giorno, al non aggiornarvi mai. E’ un’abitudine che devo riprendere, mi manca.

Allora oggi ci sarà la prima partita dell’Italia, ma prima di parlar di calcio, credo che un aggiornamento sia doveroso. Elena è ancora ricoverata, ne avrà per molto. Al momento c’è una lotta tra consuoceri. I genitori di Elena vogliono preservare l’innocenza dei bambini, mentre gli altri nonni vogliono imporre visite regolari col padre. Io son furiosa, ok è il loro padre, ma chi ci garantisce che non avrebbe fatto loro del male, se quel giorno fossero stati a casa? Non ci si dovrebbe unire per creare un clima calmo e sereno, per tenerli il più lontano possibile da questo orrore? Fin dove è lecito spingersi con l’egoismo personale? Oh certo, ora vengono a dire che lui sta soffrendo per la lontananza dai propri figli e che si professa profondamente pentito per quanto accaduto. Cavolo la stava per ammazzare ed ha tolto la vita al piccolo feto dentro di lei.Datemi pure dell’esagerata, ma io gli toglierei la potestà genitoriale.

Io e Paolo siam dovuti risalire prima del tempo, aveva un problema al locale e la sua presenza era d’obbligo, ma mia madre si è offerta di fare qualche turno a posto mio, conciliandolo col lavoro e mio padre passa sempre dal reparto a chiedere novità ai colleghi. Quindi ho revocato la mia seconda settimana di ferie, che userò magari più in là e son tornata a lavoro. Ho visitato un altro paio di case, una poteva anche far al caso mio, ma quando ho chiesto di incontrare il proprietario per poter contrattare il prezzo, quelli dell’agenzia sono stati irremovibili. Loro non permettono l’incontro tra le parti, se non alla firma del contratto di vendita davanti ad un notaio. Ho spiegato loro che si trattava di una clausola ridicola, perché data la mole di lavori per mettere a posto l’appartamento, occorreva abbassar il prezzo se davvero avessero voluto concludere l’affare. Non hanno voluto sentir ragioni. Quindi ho revocato loro il mandato per cercar case da farmi vedere, in base alle mie richieste e fatto presente che se ne avrò occasione, farò loro cattiva pubblicità. Cioè, ma ci rendiamo conto? Non solo c’è crisi ed il mercato immobiliare è fermo, questi si permettono il lusso di perdere clienti in questo modo. Allora ditelo che la vostra ambizione è fallire e non se ne parli più.

 

 

E torniamo ad oggi. Paradossalmente noi chiuderemo prima. Abbiamo dei colleghi che impiegano una vita a rientrare a casa e dato che la nazionale italiana è sacra, domani saremo in ufficio solo per mezza giornata, sono mesi che sapevamo la cosa ed abbiamo preso appuntamenti in funzione di ciò, solo fino ad una certa ora. Io sarò a casa per la pausa pranzo, visto che ieri l’ho saltata, per smaltire gli impegni che non avrei potuto portare a termine. Così ne ho approfittato ed anche se mangeremo un po’ più tardi, visto che anche Angie e Ale saranno a casa, preparerò un pranzo pugliese.quattro chiacchiere tra donne, poi ci spostiamo nel locale di Paolo già per la partita della Svezia, sempre e rigorosamente col commento della Gialappa a Rai4. Quella della Spagna la seguiremo in streaming, sperando che in radio ci sia il commento di Pio ed Amedeo, ho proprio bisogno di farmi delle sane risate in questo periodo.

 

 

Ora Il primo brano pubblicato ve lo ricorderete, è stato il tormentone, nonché vero inno di quei fantastici mondiali vinti. Il secondo, per chi segue la Gialappa in queste occasioni, è stato il loro tormentone, mentre, se si dice europei, non si può non ricordare la lotteria dei rigori con l’Olanda.

Io ero una che era in fissa col calcio, seguivo campionato, coppe ed anche i vari trofei estivi. Mi sono allontanata dopo calciopoli, premessa sono juventina, perché non posso tollerare i “furbetti” (ho smesso di seguire il ciclismo dopo la morte di Pantani ad esempio)… però ogni due anni, non posso restare indifferente a queste competizioni (quest’anno poi avrò anche i mondiali da seguire, doppia goduria per me).

Quindi, malgrado obiettivamente abbiamo una squadra di pippe, non posso non tifare e sperare nel miracolo… certo Thiago Motta convocato e non solo gli danno anche il numero 10 che fu del divin codino, di Del Piero e Totti, proprio non si può sentire… ma convocare Verratti no? Ci faceva schifo? Mah. Cmq… anche se temo la sconfitta (come i pronostici di microsoft indicano).. FORZA AZZURRI!!!

sito internet

Annunci