13230193_985781944862022_9105216455406840951_n

Oggi mi hanno dato una pausa dall’ospedale. Così ne abbiamo approfittato, io e Paolo, ad andare un po’ in giro. In realtà siamo andati semplicemente in una delle meravigliose spiagge salentine. Essendo lunedì eravamo quasi soli in tutta la spiaggia, perciò, come potete ben immaginare ci siamo abbandonati ad effusioni fuori e dentro l’acqua. Ad un certo punto, a nuoto, abbiamo raggiunto una piccola grotta. Abbiamo appoggiato i nostri costumi su di uno scoglio e ci siamo goduti un meraviglioso bagno nudi.

Non so se fosse perché finalmente staccavo un po’ da quella tragedia, o per la paura di esser beccati d qualche bagnante con la nostra stessa idea di privacy, fatto sta che non so più quante volte son venuta oggi. Paolo sembrava instancabile, ha usato diverse parti del suo corpo per darmi piacere e chissà, forse qualcuno ha anche sentito i miei ansimi, amplificati da quella grotta.

Ovviamente a pranzo morivo di fame, Così ci siamo rifugiati in un ristorante sulla scogliera, potete deliziarvi con quello che ho gustato. Non voglio esser di parte ma a Roma non ho mai mangiato piatti di mare altrettanto deliziosi, neanche quelle rare volte in cui son stata dai cosiddetti chef stellati. In quel piatto sentivo il mare, il suo profumo, il suo sapore. Tutte le mie papille gustative facevano la ola ad ogni assaggio. Specifico, non abbiamo mangiato solo quello. Antipasto con ostriche ed altri frutti di mare crudi, i cavatelli ai frutti di mare e dello spada alla Gallipolina, Paolo ha preferito un’orata alla crema di arancia come secondo.

Poi tornata dal bagno, Paolo mi fa notare di aver preso una camera nel vicino hotel, una suite con vista sul mare. Ora siamo sul terrazzo della suite, dopo un pomeriggio di sesso e brevi riposini. Stiamo cenando a lume di candela godendoci quest’anticipo di estate, sfiniti ma pienamente soddisfatti.

 

 

sito internet

Annunci