Questo che seguirà è stato il mio commento in cui si invocava alla libertà ad andare ad uno spogliarello maschile l’8 marzo… post che inveiva contro chi insultava le donne per questo, ma anche post pieno di insulti verso chi non è della stessa opinione dell’autrice. Che senso ha ormai parlare di festa della donna? Me lo spiegate per favore? A me sembra più la festa dell’ipocrisia umana.

“Beh, io faccio parte della corrente di chi pensa che la festa della donna vada eliminata del tutto. E’ un giorno come un altro, dove sia maschi che femmine perdono una buona occasione per riflettere e migliorare. Sono d’accordo su chi dice che non è la sagra della zoccola… troviamo schifoso per l’uomo ed avvilente per la donna… quando i maschi si chiudono a vedere uno strip… e noi che facciamo? la stessa cosa? Allora da che pulpito giudichiamo gli uomini? E l’8 marzo non costa meno.. è solo più facile trovare eventi di questo genere ed amiche che ti accompagnano. L’8 marzo non è nato per questa finalità, ma per urlare al mondo quanto poco veniamo rispettate e tutelate. Io non dico che una donna, la sera dell’8 marzo non debba andare allo spogliarello, anche se trovo la cosa di uno squallido di livelli inauditi, ma quelle donne che ci vanno… in tutta la giornata… per quanto tempo son state ferme a riflettere sulla condizione della donna in passato ed oggi? Veniamo uccise brutalmente, violentate, discriminate a lavoro e nella società.. ma molte donne preferiscono fare le oche l’8 marzo, sol perché hanno avuto la fortuna di non essere delle vittime. Uno spogliarello, per quanto a me ecciti e diverta di più se a farmelo a sorpresa sia l’eventuale mio partner, lo vedo più adatto ad un addio al nubilato, che ad un giorno in cui si commemora una tragedia che dovrebbe servirci da esempio per migliorare la società. E’ come se per commemorare le vittime dell’olocausto, andassimo tutti a fare un bel rave ad Auschwitz… è irrispettoso, ma non si può pretendere che tutti capiscano la cosa. Quindi io non vieto a nessuno di andare ad uno spogliarello quella sera, ma quantomeno, chiedo che tutto il giorno lo si dedichi realmente alla condizione della donna… inondiamo i social network di cavolate in continuazione… per un giorno non potremmo pubblicare o condividere articoli, link e foto di donne che non possono permettersi uno spogliarello maschile, perché la loro vita non è agiata come la nostra? E’ chiedere troppo? A me non sembra, basta solo fare click. :-)”

sito internet

Annunci