academy-awards-filmstrip-logo

Voi sapete quanto poco tenga conto di quanti premi Oscar vengano assegnati ad un determinato film, sapete anche quanto reputi inutile tale premio e perché. Per chi non mi abbia mai letto lo rispiego brevemente. Per me gli Oscar sono una buffonata a causa proprio dell’academy e dei suoi membri. Attori, registi, montatori, sceneggiatori, ogni ruolo che occorre alla realizzazione di un film, avete presente? Ecco ogni categoria è abbondantemente rappresentata nell’accademy. Si, avete capito bene, se la cantano e se la suonano. Il loro merito è che sanno “vendersi” in maniera ottimale, chi non è a conoscenza di ciò, a causa del battage di stampa e tv, crede che gli Oscar premino i migliori film e tecnici di quel determinato anno. Ma come possono garantire che un Avatar sia il miglior del 2009, quando sono gli stessi attori, registi e quant’altro a votare? Tra l’altro non venitemi a dire che sia un film strepitoso, tutt’altro. Certo, voi direte: “Allora di quale premio dovremmo fidarci, per passare una bella serata al cinema o a casa a guardare un film? Dei critici? dei vari film festival sparsi in tutto il mondo? ” A nulla di tutto ciò, miei cari, secondo me bisognerebbe affidarsi unicamente ai propri gusti, alle sensazioni che può darti un trailer, alla filmografia degli interpreti, non certo a quanti premi abbia ricevuto durante l’anno. Io, per esempio, se dovessi dire quali sono i migliori film, secondo me, del 2014 ti risponderò senza battere ciglia su due pellicole: Wiplash e Selma. Nessuno dei due ha vinto la statuetta come miglior film, andato invece a Birdman 0 (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza). io quel film l’ho detestato, mi sono appisolata, l’unica cosa geniale che ho trovato sono i piano sequenza. Attenzione, han fatto passare che l’intero film fosse in piano sequenza, ma così non era, è formato da varie macro scene, tra l’altro se siete particolarmente attenti, vedete dove inizia e finisce la macro scena e a volte mentre la camera si sposta, si vedono attori muoversi per prepararsi alla successiva inquadratura, credendo di non essere in campo. Comunque, torniamo a bomba, sapevate che quanto fu istituita l’Academy i fondadori erano 36? Questi sono stati i “padri fondadori” del premio Oscar:

Attori:

Registi:

Sceneggiatori:

Tecnici:

Produttori:

Avvocati:

 

Ogni anno poi viene eletto un presidente dell’accademy. Tale presidente può essere rieletto al massimo tre volte, per un massimo di quattro anni di mandato. Nel corso degli anni presidenti che si sono avvicendanti sono:

 

Anche l’attuale gruppo dirigente è formato da tecnici del settore:

Consiglio d’amministrazione:

E’ di queste ultime settimane, da quando cioè sono state rese pubbliche le nomination per quest’anno, la protesta di star di colore che accusa l’accademy di essere razzista. Nel 2012, sono stati pubblicati i risultati di uno studio condotto dal Los Angeles Times, che descrive la composizione demografica di circa l’88% dei membri votanti dell’AMPAS. Secondo lo studio, dei 5 100 e più elettori attivi confermati, il 94% era caucasico, il 77% era di sesso maschile, il 54% era di età superiore ai 60 anni e il 33% era costituito da ex-candidati (14%) e vincitori (19%). Quindi con quel 94% caucasico, come non posso dar ragione a coloro che boicotteranno la cerimonia? Si certo ci sarà Chris Rock a presentarlo, ma di certo non può bastare per mettere a tacere la protesta.

Questi sono stati, negli anni i premi come miglior attore, contate quanti di colore son stati premiati:

1920

1930

1940

1950

1960

1970

1980

1990

2000

Queste le attrici protagoniste, stesso discorso:

1920

1930

1940

1950

1960

1970

1980

1990

2000

2010

 

Devo continuare anche con le categorie non protagoniste e tutte le categorie tecniche? Non c’è bisogno, vero? Tanto l’andazzo si è capito.Del resto, se si premiano tra di loro ed il 94% dei membri è caucasico, perché dovrebbero premiare gente di altro colore della pelle?

Per non parlare dell’omertà che c’è sui nomi dei membri, se andate sul sito, non li troverete (a meno che non sia io la stordita a non riuscire a trovarli). Si sa solo che i membri, ad oggi, sono circa 6000 e si entra nell’Academy solo su invito.

In realtà si conoscono solo una piccolissima percentuale dei membri:

ATTORI:

Amy Adams (American Hustle, Come d’incanto)

Casey Affleck (L’assassinio di Jesse James, Gone Baby Gone)

Jennifer Aniston (…e alla fine arriva Polly, Mia moglie per finta)

Christian Bale (The Fighter, Il cavaliere oscuro)

Eric Bana (Troy, Munich)

Elizabeth Banks (Hunger Games , Una notte in giallo)

Sacha Baron Cohen (Il dittatore, Borat)

Jason Bateman (Io sono tu, Juno)

Kathy Bates (Misery non deve morire, Titanic)

Sean Bean (GoldenEye, trilogia de Il Signore degli Anelli)

Bérénice Bejo (The Artist, Il passato)

Tobin Bell (Il socio, la saga di Saw)

Maria Bello (A History of Violence, World Trade Center)

Annette Bening (American Beauty, I ragazzi stanno bene)

Tom Berenger (Platoon, Il grande freddo)

Demian Bichir (Per una vita migliore, Le belve)

Emily Blunt (Sicario, Il diavolo veste prada)

Russell Brand (In viaggio con una rockstar, Rock of Ages)

Gerard Butler (300, Giustizia privata)

Vincent Cassel (Il cigno nero, L’odio)

Michael Cera (Juno, Scott Pilgrim vs. the World)

Jessica Chastain (Zero Dark Thirty, Interstellar)

George Clooney (Paradiso amaro, Tra le nuvole)

Robbie Coltrane (la saga di Harry Potter)

Jennifer Coolidge (American Pie, La rivincita delle bionde)

Bradley Cooper (Una notte dal leoni, Il lato positivo)

Benedict Cumberbatch (The Imitation Game, Into Darkness – Star Trek)

Paul Dano (Love & Mercy, Prisoners)

Viola Davis (The Help, Il dubbio)

Rosario Dawson (Sin City, Grindhouse – A prova di morte)

Rosemarie DeWitt (Poltergeist, Vicini del terzo tipo)

Leonardo DiCario (Titanic, Inception)

Jean Dujardin (The Artist, Gli infedeli)

Richard E. Grant (Shakespeare a colazione, Dracula di Bram Stoker)

Jesse Eisenberg (The Social Network, Now You See Me)

Dakota Fanning (La guerra dei mondi, Mi chiamo Sam)

Vera Farmiga (Tra le nuvole, L’evocazione – The Conjuring)

Michael Fassbender (Shame, 12 anni schiavo)

Will Ferrell (Elf, Anchorman – La leggenda di Ron Burgundy)

Jamie Foxx (Ray, Django Unchained)

James Franco (127 ore, L’alba del pianeta delle scimmie)

Martin Freeman (trilogia de Lo Hobbit)

Gael Garcia Bernal (La mala educacion, I diari della motocicletta)

Jennifer Garner (30 anni in un secondo, Dallas Buyers Club)

Paul Giamatti (La versione di Barney, Sideways – In viaggio con Jack)

Brendan Gleeson (la saga di Harry Potter, Ritorno a Cold Mountain)

Joseph Gordon-Levitt (Inception, 50 e 50)

Heather Graham (Boogie Nights – L’altra Hollywood, Una notte da leoni)

Clark Gregg (Iron Man, The Avengers)

Charles Grodin (Beethoven, Prima di mezzanotte)

Jake Gyllenhaal (Donnie Darko, I segreti di Brokeback Mountain)

Thomas Haden Church (Spider-Man 3, Sideways – In viaggio con Jack)

Rebecca Hall (The Town, Vicky Cristina Barcelona)

Tom Hanks (Forrest Gump, Cast Away)

Tom Hardy (Mad Max: Fury Road, Inception)

Kevin Hart (Poliziotto in prova, Think Like a Man)

Anne Hathaway (Il diavolo veste Prada, Les Miserables)

John Hawkes (Un gelido inverno, Everest)

Sally Hawkins (Blue Jasmine, We Want Sex)

Taraji P. Henson (Il curioso caso di Benjamin Button, Think Like a Man)

Jonah Hill (21 Jump Street, The Wolf of Wall Street)

Emile Hirsch (Into the Wild, Killer Joe)

Terrence Howard (Iron Man, Crash – Contatto fisico)

Felicity Huffman (Transamerica, Cake)

Jack Huston (American Hustle, Giovani ribelli – Kill Your Darlings)

Josh Hutcherson (Hunger Games, I ragazzi stanno bene)

Hugh Jackman (Les Miserables, la saga di X-Men)

Thomas Jane (The Mist, The Punisher)

Felicity Jones (La teoria del tutto, Like Crazy)

Milla Jovovich (Resident Evil, Il quinto elemento)

Anna Kendrick (Voices, Tra le nuvole)

Nastassja Kinski (Tess, Paris, Texas)

Keira Knightey (The Imitation Game, Orgoglio e pregiudizio)

Beyoncé Knowles (Dreamgirls, Austin Powers in Goldmember)

Mila Kunis (Amici di letto, Il cigno nero)

Stephen Lang (Tombstone, Avatar)

Jennifer Lawrence (Il lato positivo, Hunger Games)

Melissa Leo (The Fighter, 21 grammi)

Tea Leoni (Deep Impact, Bad Boys)

Lucy Liu (Charlie’s Angels, Kill Bil vol. 1)

Jennifer Lopez (Prima o poi mi sposo, Out of Sight)

Diego Luna (Milk, Y Tu Mama Tambien)

Kelly Macdonald (Trainspotting, Non è un paese per vecchi)

Rooney Mara (Millennium – Uomini che odiano le donne, Carol)

Margo Martindale (I segreti di Osage County, L’olio di Lorenzo)

James McAvoy (trilogia di X-Men, Espiazione)

Melissa McCarthy (Corpi da reato, Le amiche della sposa)

Matthew McConaughey (Interstellar, Dallas Buyers Club)

Janet McTeer (Albert Nobbs, The woman in black)

Mads Mikkelsen (Casino Royale, Il sospetto)

Hayley Mills (Il segreto di Pollyanna, Il cowboy con il velo da sposa)

Mo’Nique (Precious, L’amore si fa largo)

Emily Mortimer (Shutter Island, Match Point)

Carey Mulligan (An Education, Il grande Gatsby)

Cillian Murphy (Inception, Batman Begins)

Jack Nicholson (Qualcuno volò sul nido del cuculo, Qualcosa è cambiato)

Connie Nielsen (Il gladiatore, L’avvocato del diavolo)

Lupita Nyong’o (12 anni schiavo, Star Wars: Il risveglio della Forza)

Michael O’Neill (Dallas Buyers Club, Traffic)

Sophie Okonedo (Hotel Rwanda, After Earth)

Clive Owen (Closer, Inside Man)

David Oyelowo (Selma, Interstellar)

Ellen Page (Inception, Juno)

Dev Patel (The Millionaire, Marigold Hotel)

Paula Patton (Precious, Mission: Impossible – Protocollo fantasma)

Michael Pena (Crash – Contatto fisico, Fury)

Barry Pepper (Salvate il soldato Ryan, Il Grinta)

Joaquin Phoenix (Quando l’amore brucia l’anima, The Master)

Rosamund Pike (Jack Reacher, Gone Girl – L’amore bugiardo)

Chris Pine (Star Trek, Unstoppable – Fuori controllo)

Sidney Poitier (I gigli del campo, Indovina chi viene a cena?)

Daniel Radcliffe (la saga di Harry Potter)

Charlotte Rampling (Il portiere di notte, Stardust Memories)

Eddie Redmayne (Les Miserables, La teoria del tutto)

Jeremy Renner (The Hurt Locker, The Avengers)

Jean Reno (Leon, Il codice Da Vinci)

Ryan Reynolds (Ricatto d’amore, Buried – Sepolto)

Ving Rhames (L’alba dei morti viventi, Pulp Fiction)

Emmanuelle Riva (Amour, Hiroshima Mon Amour)

Sam Robards (A.I. – Intelligenza artificiale, Fandango)

Julia Roberts (Pretty Woman, Erin Brockovich)

Chris Rock (L’altra sporca ultima meta, Un weekend da bamboccioni)

Sam Rockwell (Moon, Il miglio verde)

Seth Rogen (Cattivi vicini, Molto incinta)

Saoirse Ronan (Grand Budapest Hotel, Amabili resti)

Paul Rudd (Ant-Man, Questi sono i 40)

Amy Ryan (Birdman, Gone Baby Gone)

Zoe Saldana (Avatar, Guardiani della galassia)

Catalina Sandino Moreno (Maria Full of Grace, Medeas)

Adam Sandler (50 volte il primo bacio, Mia moglie per finta)

Peter Sarsgaard (Blue Jasmine, An Education)

Liev Schreiber (Scream, Salt)

Jason Schwartzman (Rushmore, Il treno per il Darjeeling)

Jason Segel (Non mi scaricare, Bad Teacher)

Andy Serkis (King Kong, Il Signore degli Anelli)

Michael Shannon (Take Shelter, L’uomo d’acciaio)

Gabourey Sidibe (Precious, Yelling to the Sky)

J. K. Simmons (Whiplash, Spider-Man)

Stellan Skarsgard (Nymphomaniac, Thor)

Octavia Spencer (The Help, Fruitvale Station)

June Squibb (A proposito di Schmidt, Nebraska)

Jason Statham (Parker, The Transporter)

Imelda Staunton (Il segreto di Vera Drake, Harry Potter e l’Ordine della Fenice)

Emma Stone (Birdman, The Help)

David Strathairn (Good Night, and Good Luck., Lincoln)

Meryl Streep (La scelta di Sophie, The Iron Lady)

Lili Taylor (L’evocazione – The Conjuring, Haunted – Presenze)

Danny Trejo (Machete, Dal tramonto all’alba)

Chris Tucker (Colpo grosso al drago rosso, Il quinto elemento)

Nia Vardalos (Cinque appuntamenti per farla innamorare, Il mio grasso grosso matrimonio greco)

Christoph Waltz (Django Unchained, Bastardi senza gloria)

Kerry Washington (Ray, Django Unchained)

Mia Wasikowska (Alice in Wonderland, Crimson Peak)

Jacki Weaver (Animal Kingdom, Il lato positivo)

Rachel Weisz (La mummia, The Constant Gardener)

Michelle Williams (Marilyn, I segreti di Brokeback Mountain)

Jeffrey Wright (Hunger Games, Source Code)

Michelle Yeoh (La tigre e il dragone, The Lady)

Zhang Ziyi (Memorie di una geisha, La foresta dei pugnali volanti)

Ci sono anche quegli attori che fanno parte dell’Academy pur essendo noti principalmente per un ruolo televisivo. Ad esempio:

Simon Baker (The Mentalist)

Ed Begley Jr. (A cuore aperto)

Bryan Cranston (Breaking Bad)

Peter Dinklage (Il Trono di Spade)

David Duchovny (X-Files, Californication)

Erik Estrada (CHiPs)

Julia Louis-Dreyfus (Seinfeld, Veep – Vicepresidente incompetente)

Jane Lynch (Glee)

Gavin MacLeod (Love Boat)

Denis O’Hare (American Horror Story)

Sandra Oh (Grey’s Anatomy)

Jaclyn Smith (Charlie’s Angels)

REGISTI:

Pedro Almodovar (Tutto su mia madre, Parla con lei)

Michael Apted (La ragazza di Nashville, Gorilla nella nebbia)

Gregg Araki (Mysterious Skin, Doom Generation)

Jacques Audiard (Il profeta, Un sapore di ruggine e ossa)

Susanne Bier (Brothers, In un mondo migliore)

Kathryn Bigelow (Zero Dark Thirty, The Hurt Locker)

Danny Boyle (Trainspotting, The Millionaire)

Niki Caro (North Country, McFarland, USA)

Damien Chazelle (Whiplash, The Last Exorcism)

Lisa Cholodenko (High Art, I ragazzi stanno bene)

Bill Condon (Chicago, Kinsey)

Simon Curtis (Marilyn, Woman in Gold)

Lee Daniels (Precious, The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca)

Jean-Pierre e Luc Dardenne (Rosetta, Il ragazzo con la bicicletta)

Ava DuVernay (Selma, This Is The Life)

Asghar Farhadi (Una separazione, Il passato)

Paul Feig (Le amiche della sposa, Bad Teacher)

F. Gary Gray (The Italian Job, Giustizia privata)

Catherine Hardwicke (Lords of Dogtown, Twilight)

Michel Hazanavicius (The Artist, Gli infedeli)

Werner Herzog (Aguirre, furore di Dio, Fitzcarraldo)

Gavin Hood (X-Men le origini – Wolverine, Ender’s Game)

Tom Hooper (Les Miserables, Il discorso del re)

Bong Joon-ho (Snowpiercer, Madre)

Wong Kar-wai (Happy Together, In the Mood for Love)

Ken Kwapis (4 amiche e un paio di jeans, La verità è che non gli piaci abbastanza)

John Lasseter (Cars – Motori ruggenti, Toy Story)

Terrence Malick (La sottile linea rossa, The Tree of Life)

Michael Mann (Heat – La sfida, Collateral)

James Marsh (La teoria del tutto, Hold On To Me)

Steve McQueen (Shame, 12 anni schiavo)

Bennett Miller (Foxcatcher – Una storia americana, L’arte di vincere)

Hayao Miyazaki (Il castello errante di Howl, Il mio vicino Totoro)

Christopher Nolan (Il cavaliere oscuro, Inception)

Gavin O’Connor (Warrior, Pride and Glory)

Francois Ozon (Giovane e bella, Swimming Pool)

Alexander Payne (Paradiso amaro, A proposito di Schmidt)

Tyler Perry (Riunione di famiglia con pallottole, For Colored Girls)

Todd Phillipps (Una notte da leoni, Parto col folle)

Roman Polanski (Rosemary’s Baby, Chinatown)

Phil Alden Robinson (L’uomo dei sogni, Al vertice della tensione)

Lone Scherfig (One Day, An Education)

Martin Scorsese (Taxi Driver, Toro scatenato)

Adam Shankman (Prima o poi mi sposo, I passi dell’amore)

Paolo Sorrentino (Il divo, La grande bellezza)

Steven Spielberg (Jurassic Park, Lo squalo)

Morten Tyldum (The Imitation Game, Headhunters)

Jean-Marc Vallée (Dallas Buyers Club, Wild)

Denis Villeneuve (Sicario, Prisoners)

Thomas Vinterberg (Il sospetto, Festen)

Mark Waters (Mean Girls, (500) giorni insieme)

Joe Wright (Espiazione, Orgoglio e pregiudizio)

Edward Zwick (L’ultimo samurai, Blood Diamond)

 

Ovviamente non potremo mai sapere l’elenco completo, ma se c’è un Vincent Cassel, vuoi che non ci sia la sua ex moglie Bellucci? E così via. Insomma, qualunque film degli ultimi dieci anni che avete visto, sicuramente è realizzato da membri dell’Academy.

L’Academy, che si definisce come «l’organizzazione più prestigiosa di uomini e donne che lavorano nel cinema», include alcune delle più grandi star internazionali. Ma in generale sono moltissimi i membri che non lavorano nel mondo del cinema da almeno 10 anni. Alcuni hanno lasciato Hollywood da anni ma continuano a votare: tra di loro c’è un proprietario di una libreria, un ex volontario dei Peace Corps e una suora. Si, proprio una suora. Ogni nome vota solo per la categoria cui appartiene (quindi non venitemi a dire che Jennifer Lawrence non voti per sé stessa e si, penso che lo faccia anche il povero Di Caprio ormai, vessato sul web proprio perché i suoi stessi colleghi non lo premiano).

 

Tutti i membri dell’AMPAS vi entrano perché invitati dal Board of Governors (“Collegio dei governatori”) a nome dell’Academy Branch Executive Committees. La qualifica di socio può essere ottenuta in due modi: tramite un concorso, o perché un membro ha presentato un nome sulla base di significativi contributi dati nel campo del cinema.

Le nuove proposte di adesione vengono considerate a scadenza annuale. Insomma è un magna magna generale, non mi stupirei se ci fossero frasi di questo genere: “Io ti segnalo e t faccio entrare nell’Academy, in cambio tu mi voti.” Secondo me, molti nomi saranno fatti entrare su segnalazione di Jennifer Lawrence, non è possibile che ad ogni rutto che sforni le diano un premio, nella maggior parte dei casi immeritato per i miei gusti. Vogliono creare la nuova Meryl Streep, ma per me non ne avrà mai le carte necessarie.

 

Insomma, se siete riusciti a resistere ed a leggere tutto questo mio lunghissimo sproloquio contro gli Oscar, per prima cosa complimenti (io stessa mi sarei stufata molto prima ed avrei chiuso), secondo ditemi… credete ancora che l’Oscar sia un premio di prestigio e indichi le migliori pellicole dell’anno appena trascorso? No credo proprio, ve’?

 

 
sito internet

Annunci