Per carità, non pensate subito ad i coniugi di Erba, Olindo e Rosa Romano, ma credo che tutti voi avreste avuto cotanto pensiero, se per l’ennesima notte non riusciste a dormire a causa dei condomini rumorosi. Per mesi la casa accanto alla mia è stata sfitta, a causa dello sfratto che il proprietario a affibbiato alla famiglia locataria. Tra l’altro persone squisite, gentili, disponibili come non se ne trovano mai nei condomini di città. Avevamo instaurato un rapporto bellissimo, se uno di noi fosse stato impossibilitato, l’altro ritirava la posta e soprattutto i pacchi, ci eravamo scambiati i mazzi di chiavi per emergenze, ci facevamo la spesa a vicenda se l’altro impossibilitato per malattia o quant’altro ed innaffiavo le piante quando loro erano assenti. Silenziosi come pochi, a volte non si capiva se fossero in casa. Ci son rimasta malissimo quando han dovuto traslocare, il proprietario ha quasi raddoppiato la pigione. Così il proprietario avido ha preferito tenere per quasi un anno la casa sfitta, finché non ha trovato il pollo da spennare. Questa nuova famiglia è formata da una giovane coppia  sposi, i genitori di lei ed un cane petulante come pochi. Tutto il santo giorno sono urla, tra i due sposini ed il cane che abbaia per ore ininterrotte, indipendentemente se i padroni siano in casa o meno. Io mi faccio mille problemi, quando ho gente in casa mi raccomando con loro di non far troppo casino, moderare il tono di voce e in caso di tacchi vertiginosi, ad una certa ora chiedo di indossare delle mie pantofole, per non dar fastidio ai condomini di sotto. Loro invece no, urla, trapano che parte alle 20 di sera e vanno avanti finché qualcuno del palazzo non va a lamentarsi (succede sempre nei weekend), porta dell’ascensore che fanno sbattere ogni venti minuti precisi (sarà incontinente il cane o cosa faranno ogni tot minuti?), urla disumane durante la partita della Roma, ospiti rumorosi che fan chiasso già nel vano scale, fumano nell’ascensore e restano a chiacchierare ad alta voce, anche di notte, sempre nel vano scale. Dopo la serata di ieri, tra l’altro la cena è piaciuta a tutti e poi ci siamo dedicate ai giochi da tavolo ed alle birre, finché verso le due han deciso di far ritorno a casa, alle tre di notte la coppia più giovane ha iniziato a litigare, con lei che urlava (perdonate i francesismi): “Pezzo di merda… uomo senza palle… ma li mort**** tua… figlio di pu*****… vattene da qui… ecc.” Posso dire la verità? sono le 15:00 ed ancora non hanno smesso di litigare. I genitori di lei non intervengono mai (una volta lei ha cacciato lui di casa, sol perché le ha ricordato di prendere il mazzo di chiavi prima di uscire e lui è stato fuori casa fino a sera). Abbiamo dormito a sprazzi solo perché stremate. Non so se qualche condomino sia andato a lamentarsi, ma tanto dato l’esito, lo avranno ignorato. Il proprietario di casa se ne frega e non interviene e loro continuano a far i propri comodi, nonostante i numerosi avvisi da parte nostra ed i tentativi dell’amministratore di farli ragionare e invitarli ad assumere un comportamento più consono e rispettoso degli altri. Insomma, siamo distrutte, ora siamo sul divano a seguire Quelli che il calcio, ma siamo mezze addormentate. Tra l’altro stasera a letto presto, domani ritorno a lavoro, dove mi toccherà sopportare la bisbetica. Sicuramente troverà un modo per insinuare che non fossi realmente ammalata e di aver corrotto il medico fiscale. Domani sbotto se ci prova, lo fa con tutte quando ritornano dalla malattia.

Annunci