Stamattina sveglia all’alba. Angelika ha pensato bene di passare prima di andare a lavoro, per lasciarmi dei vestiti suoi e di Alessandra nel caso sabato sera si decida di uscire. Praticamente ste disgraziate, han deciso a mia insaputa di stabilirsi da me per l’intero weekend. Non che la cosa non mi faccia piacere, anzi, detesto la solitudine, ma che dire, vorrei almeno essere interpellata. Ma vabbè, meglio così, almeno avrò qualcosa da fare oggi: aprire la poltrona letto in camera, fare una mega spesa (cioè in realtà due una di frutta, verdura e carne e pesce, per coprire più gusti personali possibili, ed una solo di schifezzoidi dolci e salati, tranne il gelato, ho ancora il freezer pieno, da sgranocchiare davanti ai film che vedremo), dare una rinfrescata alla casa (ammetto che in questi giorni ho un po’ trascurato i pavimenti) e andare a far la tinta dal parrucchiere, la ricrescita e visibile ed ho voglia di cambiar look.

Stasera serata saghe, quindi ne devo scaricare qualcun’altra oltre a quelle che possiedo già. Si, si, ok, ora insorgerete, non si scarica illegalmente, bisogna finanziare il mondo del cinema, ecc. Ma chi di noi non scarica illegalmente o guarda in streaming film e serie tv? Eddai, non siamo ipocriti, non nascondiamoci dietro un dito. Quando guadagnerò in modo decente ed avrò una casa più spaziosa, mi dedicherò alle spese pazze, magari con una stanza dedicata unicamente a libri, film e serie tv.

Uhm, potremmo aggiungere la serata maratona serie, che ne so rivedersi qualcuna storica, che abbiamo adorato, anche se una volta al mese diventa troppo poco, magari quella serata aggiungerla a quella già in programma e non sostituendola, ne parlerò con le girls. Per quanto riguarda i capelli, vorrei qualcosa di eccentrico, ma che resti rispettoso sul posto di lavoro. Pensavo un nero, con qualche ciocca blu sparsa qui e là. Come li vedete? Sono troppo per una grossa azienda che si occupa della ideazione, produzione e vendita di pneumatici? Si, il lavoro non c’entra nulla con i miei studi umanistici, ma l’alternativa era la disoccupazione in Puglia o l’andare a lavare i vani scale in vari condomini. Alla fine riesco tranquillamente a pagare affitto, bollette cibo, shopping (per mia fortuna non ho mai adorato farlo, quindi compro uno o due capi a semestre, se proprio mi servono o mi piacciono) e qualche serata fuori con le amiche. Insomma alla fine ci vado pari, ma solo perché ho scelto un appartamento in periferia e preso un catorcio di macchina, che uso solo nei weekend. Uhm, quasi quasi compro un po’ di birre, oltre al resto, così propongo alle ragazze di invitare le altre ragazze sabato, almeno risparmio. Ultimamente ho speso troppo a causa delle serate al locale di Paolo. Si, dai, visto che i morosi sono tutti impegnati, meglio optare per un tranquillo weekend casalingo.

Annunci