Lite-marito-e-moglie

Ed il primo litigio con Paolo è arrivato, stamattina, ma credo fosse nell’aria da qualche giorno, o almeno da parte mia. Stanotte ho dormito da me, dormito, si fa per dire. Ieri sera han chiuso abbastanza presto, così mi ha telefonato per sapere se poteva passare da me. Si è presentato con una montagna di gelato, praticamente mi ha riempito il freezer, non conoscendo i miei gusti, si è rinchiuso nella metà del salone dove ho allestito la mia biblio-videoteca, ha scelto il film da vedere e si è piazzato sul divano. Già così, ha iniziato a salirmi il nervoso. Non puoi comportarti da padrone di casa negli appartamenti altrui, neanche in quello della donna con la quale hai una relazione puramente sessuale. Per i cinefili, ha messo su Gli intoccabili. Vabbè, finisco di mettere ordine in cucina e mi siedo accanto a lui, portando con me due coppe di gelato. Alla fine del film si va in camera, sesso a tutto spiano, ci si addormenta per sfinimento, veniamo svegliati dai soliti vicini che non sanno che la porta dell’ascensore è possibile chiuderla senza sbatterla. Altro sesso. Avevamo appena finito, eravamo lì a riprender fiato e lui fa: “Tu russi. Devi far qualcosa, non si può sentire, nel 2016 una donna che russa, è antisesso.” Gli rispondo in maniera acida, facendogli notare che non sono antisesso, se lo abbiamo appena fatto. Vado in doccia ed al ritorno lo trovo che sta riponendo il mio cellulare sul comodino. Non c’ho visto più.

Ha risposto ad una telefonata indirizzata a me, senza chiedermi l’autorizzazione o informandomi. Sono sbottata. E lui? Risentito ed offeso, perché facendo sesso con me è autorizzato a prendersi alcune libertà. Gli  ho fatto presente che non stiamo insieme, che non esiste un sentimento che ci lega, ci frequentiamo, facciamo sesso e bon. Li ha iniziato a darmi della facile, che faccio la civetta con tutti, tant’è che ricevo telefonate da parte di uomini al mattino presto. Per la precisione, dopo ho appurato che a chiamare era Claudio, mio cugino, che mi informava sulle condizioni di salute peggiorate di mia nonna. Insomma siamo andati avanti un paio di ore, dopodicché l’ho letteralmente sbattuto fuori casa.

Ma possibile che esistono uomini che non capiscono la differenza tra storia seria e solo sesso? Io posso venire a letto con te, senza per questo sentirti autorizzato come un oggetto in tuo possesso? Nel 2016 non dovrebbe più esistere l’uomo con la clava, la gente si è evoluta. Ovviamente, mentre elencava tutto quello che riteneva mie mancanze e difetti imperdonabili, io ovviamente gli ho dato del mammone e bamboccione, urlandogli che sua madre non è la sua cameriera, che crescesse e andasse a vivere da solo, tagliando il cordone ombelicale. Son volate parole grosse e mi ha detto che sono poco femminile, che con tutte le parolacce che dico, sembro un camionista, altro che donna. Io non posso crederci, questo viene a casa mia a comandare? Ma che andasse a quel paese, potrà anche essere bravo a letto, ma vive nella preistoria.

Annunci